La sicurezza incontra la competenza

Surge tester

Per non restare ingarbugliati nella produzione: il surge tester di SPS electronic.

Solo con un surge test è possibile rilevare scariche tra spire e guasti di isolamento negli avvolgimenti. Si possono evitare così danni preliminari e quindi guasti degli avvolgimenti, dei motori elettrici e delle bobine di qualsiasi tipo. Con un surge tester di SPS electronic si è certi della sicurezza dei propri avvolgimenti.

In breve: cos’è un surge test e come funziona?

Il surge test è un procedimento consolidato nella produzione di avvolgimenti di qualsiasi tipo utilizzato a livello di manutenzione e riparazione a partire dagli inizi degli anni ’50; ora questo test è una parte integrante nella produzione di motori, rotori e statori, valvole elettriche e bobine di ogni tipo. Per garantire qualità, il test di sovraccarico di tensione (chiamato anche surge test) è insostituibile.

Durante la manutenzione e la riparazione si verifica l’isolamento degli avvolgimenti, indebolito dal passare del tempo, dalle vibrazioni, dall’umidità e dagli sbalzi di temperatura, al fine di garantire qualità nella produzione. Viene verificata anche la qualità del filo di rame e dei pacchetti di ferro utilizzati. Il classico test di alta tensione controlla soltanto i guasti di isolamento delle fasi in successione o nei fasci di lamiere. I guasti negli avvolgimenti non vengono rilevati. Per questo, il principio fisico dei surge test offre l’unica possibilità di visualizzare l’isolamento di singoli avvolgimenti. Nessuna misurazione della resistenza o dell’induttività può dare i risultati che emergono da un surge test.

Il principio prevede che un impulso di alta tensione viene generato da un capacitore caricato e alimentato nella bobina e si analizza poi l’oscillazione che ne consegue (L = dispositivo sottoposto a test, C = tester). Per via dell’impulso brevissimo si generano differenze potenziali tra gli avvolgimenti, gli strati o le bobine adiacenti. Alla base di questa valutazione vi sono proprio tali potenziali: in caso di errore emergono cambiamenti, nonostante non ci sia ancora un contatto galvanico. L’altezza della tensione di test e il tempo di salita degli impulsi sono i fattori decisivi. Sia l’impulso di corrente, sia la risposta all’impulso contengono informazioni sull’oggetto sottoposto a test. L’impedenza e la qualità dell’avvolgimento rientrano nei risultati del test. Vengono pertanto segnalati tutti gli errori interessati da questi parametri. Tra questi vi sono il numero degli avvolgimenti, la geometria dell’avvolgimento e i guasti dei fili, ivi comprese scariche fra spire e di posizione, nonché problemi a livello di nucleo magnetico o laminato.

Un effetto nel surge test: la scarica parziale

La scarica parziale (SP) non è presente soltanto nel test di alta tensione convenzionale. Si tratta di un effetto che avviene anche nel surge test. A seguito dell’incremento di convertitori di frequenza nel comando motore, questo test è divenuto molto importante. Come il termine “scarica parziale” suggerisce, non ha luogo una scarica completa. Solo in una sezione vi è una debolezza di isolamento parziale o una zona prodotta al di sotto del livello atteso. Questo punto debole può essere caricato eccessivamente durante il funzionamento o l’esecuzione del test. Tale punto non resiste a un carico maggiore e avviene dunque una scarica parziale. Le altre aree dell’isolamento possono resistere alla sollecitazione di tensione e non avviene un flashover in senso convenzionale. L’obiettivo dovrebbe essere sempre quello di evitare una scarica parziale. Ciò che conta è la costruzione del dispositivo sottoposto a test e l’isolamento, nonché il livello della tensione di test. Nella pratica, non è necessario misurare la scarica parziale (in pico Coulomb). È sufficiente rilevare la presenza della scarica parziale. Per questo si utilizzano due metodi:

  • nella produzione, nel surge test si preferisce il collegamento mediante cavi. L’interferenza è una questione meno rilevante.
  • In alternativa, è possibile la rilevazione dei segnali di alta frequenza per mezzo di antenne. Nell’attuazione di questa soluzione è importante posizionare l’antenna in modo appropriato per evitare impulsi di interferenza.

Abbiamo il surge tester giusto per voi

Tutti i surge tester di SPS electronic dispongono di un computer che valuta sia la curva di oscillazione sia la scarica parziale. Sono disponibili svariati metodi di analisi differenti. Nel programma di consegna vi sono anche dispositivi separati per scariche parziali adatti per il surge test o per la prova convenzionale con tester di alta tensione. I dispositivi lavorano in modalità “stand-alone” o attraverso interfacce con un PC: il software giusto si può trovare nel nostro assortimento di prodotti. Il surge test e la misurazione della scarica parziale possono essere combinati con altri test in un sistema di test collegato a un PC. Il collegamento ai vari terminali del dispositivo sottoposto a test avviene con relè ad alta tensione a 4 fili (tecnica Kelvin).

Prodotti su misura

Come richiesto

Sistemi di test personalizzati in base alle esigenze personali.

Per saperne di più

All-in-one!

Tester multifunzione

Desideri eseguire test multipli con un unico dispositivo

Vai ai tester multifunzione

Contatti

Ti serve aiuto? Saremo lieti di offrirti la nostra consulenza!

Sono interessato a: